Pattugliatore Mercurio...

Sezione dedicata al Modellismo Navale Dinamico

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 06/04/2022, 22:49

Dopo aver sistemato i motori con i loro riduttori, ho predisposto l'alloggiamento del Bow Thruster nello scafo e l'ho fissato mediante uso di colla bicomponente e poi riempito con resina bicomponente in modo da essere sicuro di aver sigillato ogni piccolo spazio. La resina bicomponente essendo liquida si infila in ogni punto e fessura e così solidificando sigilla tutto...almeno spero! :D
Allegati
Mercurio (51).jpg
Bow Thruster utilizzato
Mercurio (51).jpg (39.86 KiB) Osservato 6335 volte
Mercurio (46).jpg
Predisposizione foro nello scafo
Mercurio (46).jpg (19.51 KiB) Osservato 6335 volte
Mercurio (50).jpg
Predisposizione Bow Thruster
Mercurio (50).jpg (30.49 KiB) Osservato 6335 volte
Mercurio (48).jpg
Resinatura Bow Thruster
Mercurio (48).jpg (18.16 KiB) Osservato 6335 volte
Mercurio (54).jpg
Rifinitura esterna Bow Thruster
Mercurio (54).jpg (23.41 KiB) Osservato 6335 volte
Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda alimurimeta » 07/04/2022, 15:56

Ciao Paolo, mi fa piacere vederti di nuovo all'opera con il tuo modello.
Saluti e buon modellismo
    Francesco G. - ALIMURIMETA
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1377
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda manzoscorpio » 24/08/2022, 14:41

itpaco ha scritto:Iniziamo con il mettere mano ai motori.
Il modello prevede tre eliche e quindi voglio provare a fare un esperimento con tre motori e ciascuno comandato da un regolatore di tensione. Questa scelta al fine di cimentarmi con la programmazione della radio taranis x9e in modo che durante la navigazione con un solo stick comando tutti e tre i motori (avanti e indietro), mentre in fase di manovra usare solo le due eliche esterne, quella di dx e di sx separatamente, con due stick diversi. Le eliche chiaramente saranno controrotanti.
Oltre ai motori delle eliche andrà installato un Bow Thruster prima di sistemare e verniciare lo scafo.

Ho fatto l'impianto elettrico dei motori ciascuno con il proprio fusibile di protezione ed il cablaggio sino al regolatore di tensione ed alla propria batterai di alimentazione.
L'alimentazione sarà con tre batterie 7,2V, una per ogni motore.

Alla fine avrò tre motori, ciascuno con il proprio regolatore e con la propria batteria di alimentazione....forse ho esagerato, ma ho spazio e dovrò zavorrare il modello e quindi provo.


Ciao Paolo!
Intanto complimenti per la lavorazione.
Siccome sono novizio sul dinamico, vorrei capire se puoi spiegarmi, come funziona il discorso di un regolatore x motore , di fusibile di protezione per singolo motore .... e perchè una singola batteria per motore?

Per il discorso del Bow Thruster, si riesce a trovare anche di piccole piccole dimensioni?

Grazie mille
manzoscorpio
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 09/12/2021, 12:23
Località: Firenze

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 03/09/2022, 18:12

Ciao Manzoscorpio, la mia scelta di mettere un regolatore per motore è dettata dal fatto che voglio provare a comandare singolarmente ciascun motore in modo da avere una maggior manovrabilità in fase di manovra in porto.
Optando per la scelta di un regolatore per motore ho optato anche per una batteria per motore in modo da ottenere maggior autonomia. Avendo tre eliche e quindi tre motori e tre regolatori, tramite la radio sarà possibile comandare singolarmente ciascun motore. In fase di manovra potrei usare solo i due motori più esterni e dare marcia avanti ad uno e dare marcia indietro sull'altro e fare in modo che il modello ruoti su se stesso. In fase di navigazione normale tutti e tre saranno in azione e comandati da un solo stick. Questo è quanto vorrei realizzare come programmazione sulla radio che uso.
Per quanto riguarda il fusibile avendo tre linee di batteria-regolatore-motore distinti, ho messo su ciascuna di queste il proprio fusibile di protezione tra batteria e regolatore in mod che se dovesse esserci un assorbimento anomalo, magari da un corto, salta il fusibile e si interrompe l'alimentazione da parte della batteria.

LA mia è solo una scelta per una prova, si può tranquillamente usare una sola batteria per tutti i motori, chiaramente a parità di caratteristiche del pacco batteria diminuisce l'autonomia e la velocità del modello, è possibile usare un solo regolatore per più motori ma si perde la possibilità di comandare singolarmente i motori stessi.

Per quanto riguarda il bow thruster si trova di diverse dimensioni, non so se esiste anche più piccolo. Quello che ho usato io è della Raboesch, ti allego foto con il codice, guarda se esiste anche più piccolo.

Spero di essere stato chiaro e di non aver confuso ancor di più le idee, per qualsiasi cosa sono qui, domanda pure.

Un saluto
Paolo
Allegati
Mercurio (53).jpg
Bow thruster
Mercurio (53).jpg (28.14 KiB) Osservato 6150 volte
Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 03/09/2022, 19:03

Riprendiamo i lavori che procedono lentissimi.
Posizionato e resinato il bow thruster si procede e sverniciatura dello scafo e mano di fondo. In alcuni punti dove non sono riuscito a sverniciare a fondo il primer una volta seccato ha fatto delle piccole grinze ma con una carteggiatina si spiana e poi nuova mano leggera di primer. Purtroppo verniciare su una base già verniciata, se non si conoscono i prodotti passati prima, è sempre un problema, mi aspetto che anche con la verniciatura qualche piccolo problema possa venir fuori. Per evitarli dovrei dare più spessore con il primer per evitare che i solventi della vernice acrilica che userò, possano raggiungere gli strati più interni dove c'è la vecchia vernice. Per evitare spessori di primer si potrà proceder con mani leggere di vernice e le prime quasi solo con i vapori. I vari strati di vernice faranno da isolante e così si potranno dare mani sempre più corpose.
Allegati
Mercurio (55).jpg
prima mano di primer
Mercurio (55).jpg (27.12 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (56).jpg
Grinze sul primer che con una mano leggera di carta vetrata andranno via
Mercurio (56).jpg (24.51 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (57).jpg
grinze sul primer
Mercurio (57).jpg (25.66 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (58).jpg
Scafo pronto per la verniciatura
Mercurio (58).jpg (46.35 KiB) Osservato 6150 volte
Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 03/09/2022, 19:33

Una volta preparato lo scafo si procede con la nuova verniciatura base Nitro: Nero opera morta, grigio Marina Militare (RAL 7040) e poi trasparente opaco (K533 Nitro Opaco).
Prima mano, leggera carteggiata e poi seconda mano.
Allegati
Mercurio (59).jpg
Prima mano con qualche difetto
Mercurio (59).jpg (34.9 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (68).jpg
Seconda Mano
Mercurio (68).jpg (34.54 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (69).jpg
Scafo Finito
Mercurio (69).jpg (39.38 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (70).jpg
scafo finito
Mercurio (70).jpg (52.75 KiB) Osservato 6150 volte
Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 03/09/2022, 20:04

Ultimato lo scafo ho iniziato a lavorare sul modo di motorizzare le torrette. Inizialmente avevo pensato ad un servo con una squadretta ed un rinvio, facile da realizzare e montare ma con un solo rinvio il movimento non era fluido e quindi ho raddoppiato i rinvii, il movimento è migliorato ma non era ancora del tutto fluido ma soprattutto l'escursione era di +-45°. A questo punto ho acquistato due servi con escursione maggiorata ma ho dovuto cambiare il sistema di ancoraggio ed ho optato per installare il servo direttamente sotto la torretta e sfruttare così la totale escursione del servo. Ho attaccato sotto la torretta la squadretta che si va ad innestare sul servo quando questo viene montato. Ora movimento ed escursione sono decisamente migliorati. Visto che torrette sono due e saranno comandate da un unico input, per far si che si muovessero dallo stesso lato del pattugliatore ho inserto uno sdoppiatore ad Y con circuito per invertire le due rotazioni dei servi una opposto all'altra.
Allegati
Mercurio (65).jpg
soluzione iniziale con un solo tirante
Mercurio (65).jpg (26.16 KiB) Osservato 6150 volte
IMG_0084.JPG
Soluzione con due tiranti
IMG_0084.JPG (31.38 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (65Bis).JPG
Servo sotto la torretta
Mercurio (65Bis).JPG (31.38 KiB) Osservato 6150 volte
Mercurio (65tris).JPG
Soluzione servo direttamente sotto la torretta
Mercurio (65tris).JPG (34.03 KiB) Osservato 6150 volte
Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda alimurimeta » 04/09/2022, 10:34

Ottima soluzione.
Ti seguo con molto interesse.
Saluti e buon modellismo
    Francesco G. - ALIMURIMETA
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1377
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 04/09/2022, 17:24

Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

Re: Pattugliatore Mercurio...

Messaggioda itpaco » 04/09/2022, 18:10

Dopo aver sistemato lo scafo, le torrette e la parte elettrica per la propulsione, ora tocca alla sistemazione delle luci di via, del radar e dell'illuminazione dell'imbarcazione. Alcuni fari di illuminazione della coperta sono impossibili da far funzionare, vorrebbe dire riverniciare completamente il ponte di comando e pertanto desisto, però luci di via, fanali di coronamento, faro sono fattibili e così si inizia. Oltre alle luci che hanno lampadine con tensione 3V o led, c'è anche il radar che è alimentato a 6V, voglio togliere le diverse batterie che erano state usate ed alimentare tutto con le batterie dei motori a 7,4V. Il modello non ha interruttore per accenderlo e le sovrastrutture sono complicate da smontare e così decido di installare anche l'interruttore elettronico AMIREL di produzione Zannini.

Per realizzare una distribuzione di corrente pulita e lineare mi porto una linea di alimentazione direttamente dal pacco batteria che alimenta la ricevente e ci alimento l'interruttore elettronico Amirel e l'interruttore comandabile dalla radio in modo da accendere tutte le luci tramite radiocomando.

Dopo l'interruttore comandabile da radiocomando creo due linee, una per le luci nello scafo ed una che va alla plancia di comando per le luci di via, radar, faro e fanali di coronamento. In base alle lampadine usate, lampadine a 3V incandescenza, ai led ed al loro coloro creo tutte serie di lampadine con la relativa resistenza in modo da avere alla fine sempre i 7,4V che mi da il pacco batteria. Ora è tutto smontabile ed alimentato dalla sola batteria del motore. Per le luci di coronamento ho dovuto rifare le mensole su cui sono appoggiati i fari e per le altre luci ho dovuto realizzare l'alloggiamento dei led per non farli vedere.
Allegati
Mercurio (79).jpg
Fanale di poppa con alla base led verde (interruttore elettronico acceso - modello pronto)
Mercurio (79).jpg (42.9 KiB) Osservato 6145 volte
Mercurio (97).jpg
fanale di prua
Mercurio (97).jpg (42.93 KiB) Osservato 6145 volte
Mercurio (98).jpg
interruttore comandabile da radiocomando
Mercurio (98).jpg (45.41 KiB) Osservato 6145 volte
Mercurio (101).jpg
nuova mensola
Mercurio (101).jpg (25.76 KiB) Osservato 6145 volte
Mercurio (104).jpg
Luce coronamento con nuova mensola
Mercurio (104).jpg (25.84 KiB) Osservato 6145 volte
Paolo
Avatar utente
itpaco
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 26/01/2013, 15:31

PrecedenteProssimo

Torna a Modellismo Navale Dinamico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti