Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Sezione dedicata al Modellismo Navale Dinamico

Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Alessandro62 » 27/03/2023, 13:18

Ciao a tutti!
Ho deciso di avventurarmi in questo nuovo cantiere perché sono rimasto affascinato dalle linee del bellissimo yacht "LE SPHINX" di Francesca. Ho chiesto al buon Alberto di fornirmi una copia del piano costruttivo, che Francesca mi ha poi gentilmente recapitato al Model Expo 2023.
001.jpg
001.jpg (92.46 KiB) Osservato 5867 volte

Il piano è ovviamente un punto di partenza, poiché come si vede dalla foto, sono riportate solo le linee esterne delle ordinate e dello scafo. Ho allora deciso di ri-elaborare il tutto e di rifare il disegno, aumentandone leggermente le dimensioni. Il modello originario misura 126 cm di lunghezza e 18,5 di larghezza. Il modello che mi accingo a realizzare misurerà 132 cm di lunghezza e 20 cm di larghezza. In pratica la scala è stata portata da 1:50 a circa 1:48.
Ho aggiunto due ulteriori ordinate (una a prua ed una a poppa) sia per sopperire all'aumentata lunghezza dello scafo, sia perché ho voluto ridurre le dimensioni dei blocchi di balsa da sagomare a prua e a poppa. Non è escluso che, in fase di realizzazione, apporti anche qualche variazione nei particolari della sovrastruttura. La nave verrà ribattezzata GIADA, che è il nome di mia figlia (da qui il titolo "LE SPHINX" modificato).
Ho impiegato circa 4 giorni per realizzare il disegno e le sagome delle ordinate in cartoncino. Siccome sono un tradizionalista e col CAD non so smanettare, mi sono dato da fare con righello, squadra, compasso, curvilinee e calcolatrice.
IMG_20230327_131407-min.jpg
IMG_20230327_131407-min.jpg (234.98 KiB) Osservato 5867 volte

Dopo aver riportato le ordinate su compensato di pioppo da 5 mm, mediante le sagome in cartoncino, è stato effettuato il taglio con il traforo, sia elettrico che manuale. La chiglia è realizzata con un listello di "ayous" a cui sono state incollate due guance in compensato di betulla da 1 mm. per un totale di 7 mm di spessore.
IMG_20230327_134202-min.jpg
IMG_20230327_134202-min.jpg (238.33 KiB) Osservato 5867 volte

Successivamente è stato costruito lo scalo di montaggio, sul quale verrà assemblato lo scheletro della nave. Lo scalo, che ha la particolarità di essere su due livelli dal momento che lo scafo ha due ponti, è stato realizzato con due fogli di compensato di pioppo da 15 mm di spessore, uniti mediante viti, con l'interposizione di un profilato scatolato di alluminio da 20 x 35 mm. Tale accorgimento garantisce una struttura solida e perfettamente dritta.
005-min.jpg
005-min.jpg (228.58 KiB) Osservato 5867 volte
Avatar utente
Alessandro62
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 20/12/2022, 19:02
Località: Aci Catena (CT)

Re: Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda alimurimeta » 29/03/2023, 16:56

Ciao Alessandro,

mi inchino di fronte all'uso di squadrette, curvilinea e compasso. Io li ho usati solo durante il corso di disegno all'università. Da allora in poi ho sviluppato competenze nel disegno CAD.

Seguo con attenzione il tuo W.I.P.

Saluti e buon modellismo
    Francesco G. - ALIMURIMETA
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1377
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Alessandro62 » 01/04/2023, 13:06

Lo scalo di montaggio è pronto per ricevere i componenti
013-min.jpg
013-min.jpg (234.57 KiB) Osservato 5847 volte

Inizia il montaggio
015-min.jpg
015-min.jpg (234.31 KiB) Osservato 5847 volte

016-min.jpg
016-min.jpg (236.19 KiB) Osservato 5847 volte
Avatar utente
Alessandro62
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 20/12/2022, 19:02
Località: Aci Catena (CT)

Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Alessandro62 » 01/04/2023, 13:23

Lo scheletro del "GIADA" ultimato, pronto per ricevere il fasciame. Sulle ordinate è già stato praticato l'angolo di quartabuono.
018-min.jpg
018-min.jpg (231.59 KiB) Osservato 5847 volte

019-min.jpg
019-min.jpg (242.55 KiB) Osservato 5847 volte

La foto permette di far apprezzare le linee affusolate dello scafo.
020-min.jpg
020-min.jpg (245.95 KiB) Osservato 5847 volte

025-min.jpg
025-min.jpg (230.35 KiB) Osservato 5847 volte

Un paio di giorni fa ho ordinato su internet i listelli per il fasciame (tiglio 2x8x1000 mm), i listelli per rivestire i ponti (noce 1x4x1000 mm), 2 tavolette di balsa da 2 cm di spessore per realizzare i blocchi da sagomare a prua e a poppa e qualche foglio di compensato di betulla per la base dei ponti e le sovrastrutture. In attesa che mi arrivi il materiale, mi prendo un paio di giorni di pausa! :D
Avatar utente
Alessandro62
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 20/12/2022, 19:02
Località: Aci Catena (CT)

Re: Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda roberto » 01/04/2023, 21:57

Ciao Alessandro,

complimenti per il tuo nuovo cantiere, le linee splendide ed armoniose del modello sono l'ideale per la tecnica costruttiva che stai utilizzando con una mano da vero maestro. Ti seguo con interesse.
Complimenti di nuovo e buon modellismo.
Roberto
roberto
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 27/10/2022, 14:11

Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Alessandro62 » 02/04/2023, 17:54

Caro Roberto,
ti sono molto grato per i tuoi apprezzamenti! Mi sono posto un nuovo obiettivo: completare il "GIADA" per il Model Expo 2024. Spero che questo sia anche il tuo obiettivo, con il cantiere della nave da ricerca "LAURA BASSI". Tornando ai lavori, avevo detto che mi sarei preso qualche giorno di pausa fino all'arrivo dei listelli, ma non è così. Oggi, tra il materiale a mia disposizione ho trovato del compensato di betulla da 2 mm. Allora mi sono detto: quasi quasi, visto che le curvature a prua non sono così esagerate, faccio il rivestimento della parte superiore di quella zona in unico pezzo. Ecco il risultato:
026-min.jpg
026-min.jpg (224.1 KiB) Osservato 5829 volte

Ho praticato i fori degli oblò con una fresa, anziché con la punta da trapano (che lavora male su materiali poco spessi)
027-min.jpg
027-min.jpg (238.41 KiB) Osservato 5829 volte

L'incollaggio è stato effettuato con resina epossidica. Precauzionalmente, ho applicato un bel profilato di alluminio alla chiglia (non si sa mai, potrebbe flettere qualcosa). Sicuramente adotterò la stessa procedura per il fasciame, tanto più che utilizzerò colla alifatica, che ha il brutto vizio di "tirare" con l'asciugatura.
028-min.jpg
028-min.jpg (238.88 KiB) Osservato 5829 volte

029-min.jpg
029-min.jpg (238.04 KiB) Osservato 5829 volte
Avatar utente
Alessandro62
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 20/12/2022, 19:02
Località: Aci Catena (CT)

Re: Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda roberto » 03/04/2023, 7:12

Ciao Alessandro,
Verona Model Expo 2024 è anche il mio obiettivo, e spero di riuscire nell'intento. Il mio percorso costruttivo è un pò più lento perché devo fare esperienza con nuovi materiali che non conosco, come il plasticard, con le resine, le colle e con le nuove tecnologie. Ho appena affrontato il traguardo del taglio laser con successo, ma all'inizio è stata dura perché dopo le prime disavventure con tanto spreco di materiale pensavo di abbandonare per rimettermi al lavoro con il vecchio seghetto Proxxon. Alla fine ce l'ho fatta ma impiegando molto più tempo rispetto al taglio manuale. In fondo questo è il fascino del modellismo.
Saluti e buon modellismo
Roberto
roberto
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 27/10/2022, 14:11

Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Alessandro62 » 05/04/2023, 13:37

Finalmente è arrivato il materiale per il fasciame! Poiché è la prima volta che mi cimento in una ricopertura dello scafo con listelli, per cercare di svolgere il lavoro nel migliore dei modi, ho dato un'occhiata a diversi video tutorial su YouTube per apprendere la tecnica migliore. L'ideale è utilizzare i listelli nella loro interezza, per tutta la lunghezza dello scafo. Per fare questo, ogni listello va rastremato con precisione. Ho pertanto predisposto una tabella ove ho segnato lo sviluppo (perimetro) di ciascuna semiordinata, misurato mediante un metro di carta. Ho poi individuato l'ordinata con sviluppo maggiore (ordinata maestra) che nel mio caso è la n. 6, in corrispondenza dello scalino dei due ponti. Dividendo lo sviluppo dell'ordinata maestra per la larghezza del listello adottato (8 mm), si ottiene il numero di listelli occorrenti per fasciare la medesima semiordinata, nel mio caso 20,3. Successivamente, dividendo lo sviluppo di ciascuna semiordinata per 20,3 si ottiene la larghezza che deve avere il listello in corrispondenza della ordinata stessa.
031-min.jpg
031-min.jpg (218.21 KiB) Osservato 5810 volte

Le misure sono state riportate sul fianco di un profilato ad U di alluminio, in corrispondenza delle rispettive ordinate. Ho unito i punti, ottenendo una linea curva che è l'esatta rastrematura del listello. Successivamente il profilato è stato limato mediante disco di carta abrasiva montata sul platorello del flex.
032-min.jpg
032-min.jpg (225.55 KiB) Osservato 5810 volte

Il profilato così lavorato serve da guida per ottenere la rastrematura precisa dei listelli. Gli stessi vengono inseriti all'interno del profilato e bloccati mediante uno spessore in compensato di betulla inserito a forza. La larghezza del profilato consente di rastremare 5 listelli alla volta.
033-min.jpg
033-min.jpg (237.16 KiB) Osservato 5810 volte

034-min.jpg
034-min.jpg (225.69 KiB) Osservato 5810 volte
Avatar utente
Alessandro62
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 20/12/2022, 19:02
Località: Aci Catena (CT)

Re: Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Francesca » 05/04/2023, 14:34

Alessandro62 ha scritto:Finalmente è arrivato il materiale per il fasciame! Poiché è la prima volta che mi cimento in una ricopertura dello scafo con listelli, per cercare di svolgere il lavoro nel migliore dei modi, ho dato un'occhiata a diversi video tutorial su YouTube per apprendere la tecnica migliore. L'ideale è utilizzare i listelli nella loro interezza, per tutta la lunghezza dello scafo. Per fare questo, ogni listello va rastremato con precisione. Ho pertanto predisposto una tabella ove ho segnato lo sviluppo (perimetro) di ciascuna semiordinata, misurato mediante un metro di carta. Ho poi individuato l'ordinata con sviluppo maggiore (ordinata maestra) che nel mio caso è la n. 6, in corrispondenza dello scalino dei due ponti. Dividendo lo sviluppo dell'ordinata maestra per la larghezza del listello adottato (8 mm), si ottiene il numero di listelli occorrenti per fasciare la medesima semiordinata, nel mio caso 20,3. Successivamente, dividendo lo sviluppo di ciascuna semiordinata per 20,3 si ottiene la larghezza che deve avere il listello in corrispondenza della ordinata stessa.
031-min.jpg

Le misure sono state riportate sul fianco di un profilato ad U di alluminio, in corrispondenza delle rispettive ordinate. Ho unito i punti, ottenendo una linea curva che è l'esatta rastrematura del listello. Successivamente il profilato è stato limato mediante disco di carta abrasiva montata sul platorello del flex.
032-min.jpg

Il profilato così lavorato serve da guida per ottenere la rastrematura precisa dei listelli. Gli stessi vengono inseriti all'interno del profilato e bloccati mediante uno spessore in compensato di betulla inserito a forza. La larghezza del profilato consente di rastremare 5 listelli alla volta.
033-min.jpg

034-min.jpg

Carissimo Alessandro, davvero ammiro la tua sconvolgente precisione! A me non sarebbe mai venuta in mente tutta questa procedura! Anche perché sono una schiappa in matematica sin dai tempi della scuola elementare. Fortunatamente per me, si può procedere con modalità più approssimative, se così non fosse stato, avrei abbandonato il modellismo al primo tentativo. I miei fasciami sono pieni di inserti, cunei, triangolini, trapezi, tutto in legno perché evito il più possibile lo stucco, però tutto ben levigato. Ovvio che su un fasciame a vista verniciato trasparente occorre essere molto precisi, ma su uno scafo verniciato tutto questo è soprattutto un esercizio di meticolosa bravura. Comunque nel caso del nostro modello, le tavole di rivestimento intere sarebbero fuori scala... Rimane il fatto che per me è una meraviglia seguire le tue straorsinarie imprese modellistiche!
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1575
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Yacht GIADA. Ovvero: "LE SPHINX" modificato.

Messaggioda Alessandro62 » 05/04/2023, 18:31

Ciao Francesca,
ti ringrazio per i complimenti! Ma ad onor del vero non è tutta farina del mio sacco. Come ho detto, ho visto vari tutorial su YouTube ed in particolare uno di un modellista che si è soprannominato "Tagliamare". L'unica differenza è che lui, invece di sagomare il profilato di alluminio, preferisce inserire degli spessori sotto i listelli collocati nel canalino ad U, per raggiungere la giusta curvatura. Ho scartato questa soluzione poiché così facendo, devi forzare in posizione i listelli (e se cerchi di curvarli nel senso della loro larghezza, potresti avere delle difficoltà). Invece col mio procedimento, il listello rimane a "riposo" all'interno del canalino ad U in attesa di essere rastremato. Comunque..... ci sto perdendo tempo, ma mi sto divertendo un sacco!!! :D :D

P.S. : hai ragione, lo scafo deve essere verniciato e tutte le imperfezioni spariranno sotto il rivestimento in resina epossidica. Tutto questo lavoro, in tal caso, potrebbe non essere giustificato .......ma purtroppo sono un pò maniaco :lol: :lol:
Avatar utente
Alessandro62
 
Messaggi: 105
Iscritto il: 20/12/2022, 19:02
Località: Aci Catena (CT)

Prossimo

Torna a Modellismo Navale Dinamico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite