Grand Banks Amati

Sono qui illustrate le fasi di costruzione a partire dai kit contenuti nelle scatole di montaggio, o anche da kit da edicola.

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda alberto » 17/05/2021, 15:32

Ciao Francesca,
se non ho capito male, sono due 775 che faranno circa 4000/5000rpm (ma si dovrebbe vedere cosa c'è scritto nelle specifiche tecniche), alimentati a 11,1v.

Con due tripala da 35mm non dovresti avere problemi con fusibili da 8 o10 Ampere (per singolo motore).

Ma leggendo il dettaglio tecnico, si potrà individuare meglio il valore del fusibile ;)

Occhio alla scintilla!!! :lol:
Alberto Maretti
Modelli realizzati: AHTS Holstentor, HMCS Snowberry, Assunta Tontini Madre, Nemo, Neptun, Ardito, Bruma, Golden Hind, Cutty Sark, Bounty, M/N Porto Alegre, MotorYacht Lucky Star, Elettra, Patron Francois Hervis, Moby Magic, Rita Br, RN Doria

Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alberto
 
Messaggi: 774
Iscritto il: 17/12/2012, 15:45
Località: Nettuno - Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 17/05/2021, 21:49

alberto ha scritto:Ciao Francesca,
se non ho capito male, sono due 775 che faranno circa 4000/5000rpm (ma si dovrebbe vedere cosa c'è scritto nelle specifiche tecniche), alimentati a 11,1v.

Con due tripala da 35mm non dovresti avere problemi con fusibili da 8 o10 Ampere (per singolo motore).

Ma leggendo il dettaglio tecnico, si potrà individuare meglio il valore del fusibile ;)

Occhio alla scintilla!!! :lol:

Grazie mille Alberto. Oggi ho eseguito il cablaggio di tutto l’insieme. Ho anche preparato i due portafusibili uno per ogni motore con fusibili da 10 Ampere. Le eliche sono quadripala da 35 mm. con pale piuttosto larghe e passo pronunciato. Il regolatore che alla fine ho acquistato in un negozio di modellismo è un
Regolatore Quicrun WP-880 Dual Brushed 80/400A waterproof 2-4s che supporta due motori indipendenti e al quale ho sostituito tutti i connettori: dorati a banana per i motori e XT 90 antiscintilla per la batteria. La batteria è una lipo da 11,1 V. 4000 mAh. Le eliche dovranno essere controrotanti verso l’interno. Insomma, quasi tutti questi componenti li sto sperimentando per la prima volta e spero solo di non fare un botto…Ebbene sì, dell’elettricità ho sempre avuto un certo timore, forse perché da piccola infilavo le forcine dei capelli nelle prese elettriche e le scosse ancora me le ricordo… :mrgreen: Vi farò sapere…
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 22/05/2021, 14:59

Ecco fatto: la motorizzazione è pronta e tutto ha funzionato bene senza botti... :mrgreen: Ho solo dovuto procurarmi una scheda di programmazione per il regolatore perché solo attraverso i settaggi della trasmittente non ne voleva sapere... tra la marcia avanti e la retromarcia si metteva di mezzo sempre il freno che ovviamente non mi interessava. Invece ora avanti, indietro e basta.
Le due eliche quadripala destra e sinistra Raboech sono controrotanti verso l'esterno per la marcia avanti e al contrario per la retromarcia.

IMG_20210520_203457_Original.jpeg
IMG_20210520_203457_Original.jpeg (228.5 KiB) Osservato 551 volte
IMG_20210520_203805_Original.jpeg
IMG_20210520_203805_Original.jpeg (224.24 KiB) Osservato 551 volte
Questa è la disposizione dell'apparato di propulsione; ognuno dei due motori ha sul polo positivo un fusibile da 10 A.

IMG_20210520_203200_Original.jpeg
IMG_20210520_203200_Original.jpeg (299.94 KiB) Osservato 551 volte
IMG_20210520_203259_Original.jpeg
IMG_20210520_203259_Original.jpeg (218.39 KiB) Osservato 551 volte
IMG_20210520_203237_Original.jpeg
IMG_20210520_203237_Original.jpeg (237.02 KiB) Osservato 551 volte
IMG_20210520_203215_Original.jpeg
IMG_20210520_203215_Original.jpeg (231.43 KiB) Osservato 551 volte
Infine: il peso totale 4,780 g. se non devo aggiungere zavorra come spero, sarebbe l'ideale per non spaccarsi la schiena...

IMG_20210521_193901_Original.jpeg
IMG_20210521_193901_Original.jpeg (324.94 KiB) Osservato 551 volte
Ciliegina sulla torta: Guido mi ha fatto il famoso "paglietto" imparato da Roberto Mancini che, soprattutto durante la realizzazione di questo modello, ho sempre sentito vicino. La prossima settimana il varo.

IMG_20210522_143545_Original.jpeg
IMG_20210522_143545_Original.jpeg (218.34 KiB) Osservato 551 volte
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 24/05/2021, 22:54

Oggi prima prova al laghetto, non lo chiamerei varo perché parecchie cosucce non andavano bene. Ho anche preso un'altra batteria a 14 V. perché i motori con quella a 11 v. girano troppo lentamente, è vero che non deve essere planante ma solo dislocante, però l'andatura da barca a remi non si addice al Grand Banks e poi in retromarcia era proprio una lumaca... Devo anche fare dei piccoli cambiamenti alla spiaggetta di poppa e ricontrollare la disposizione dei pesi senza però dover aggiungere ulteriore zavorra, visto che la batteria 4s è più pesante. Comunque: galleggia! :lol:

IMG_20210524_145558.jpeg
IMG_20210524_145558.jpeg (242.97 KiB) Osservato 544 volte
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 01/10/2021, 22:22

Finalmente ho rimesso mano al Grand Banks che aveva molte cose da rivedere e correggere.
Innanzi tutto ho rimosso completamente tutta la motorizzazione. Infatti i due motori 750 erano inadeguati: molto potenti, ma pochi giri per uno scafo che deve essere come minimo dislocante; i due assi dell'Amati andavano proprio malissimo, attrito, boccole inefficaci e il loro posizionamento era troppo inclinato rispetto alla linea della chiglia.
Così, con non poca fatica, con l'aiuto del calore, ho scollato gli assi, ho rettificato i fori di ingresso nello scafo e ho riposizionato due assi Raboech con boccole in Delrin autolubrificanti.

IMG_20211001_201500.jpeg
IMG_20211001_201500.jpeg (235.73 KiB) Osservato 193 volte
IMG_20211001_190015.jpeg
IMG_20211001_190015.jpeg (178.29 KiB) Osservato 193 volte
Ho, inoltre ricostruito I supporti di sostegno degli astucci degli assi utilizzando due fettine di tubo di alluminio sul quale, dopo opportuna piegatura, ho incollato con una colla speciale acquistata al Model Expo, due spezzoni di piattina di acciaio recuperati sui sampietrini del centro di Roma e provenienti dalle motospazzatrici che non puliscono niente e che, per mio sollazzo, si perdono le "setole" :lol:

IMG_20211001_185941.jpeg
IMG_20211001_185941.jpeg (234.86 KiB) Osservato 193 volte
Infine, dopo aver ricostruito il basamento in compensato e incollato sul fondo dello scafo con resina epossidica, ho posizionato due nuovi motori inglesi MFA classe 540 con un range di voltaggio da 4,8 a 15 V., collegandoli agli assi con due giunti cardanici, il tutto dopo aver controllato con attenzione il perfetto allineamento.

IMG_20211001_201401.jpeg
IMG_20211001_201401.jpeg (234.66 KiB) Osservato 193 volte
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 14/10/2021, 22:08

Assi, eliche tripala Raboech 40 mm. e supporti degli assi ora sono definitivamente montati. Ho riverniciato tutta l'opera viva sempre con acrilico spray opaco blu.

P1030218.jpeg
P1030218.jpeg (225.16 KiB) Osservato 160 volte
Su tutte le foto reperite sul web dell'imbarcazione vera, ho notato che lungo le fiancate c'è un profilo protettivo di acciaio inossidabile. Per la verità, già prima avevo applicato sui parabordi un nastrino argentato ma non mi piaceva. Così ho trovato un rotolo di piattina di alluminio che si usa per bigiotteria di 3mm.x 1 mm., facilmente sagomabile e, dopo averlo forato, l'ho applicato con ciano lungo i parabordi delle fiancate, assicurandolo con chiodini a spillo cromati.

P1030217.jpeg
P1030217.jpeg (206.55 KiB) Osservato 160 volte
Visto che la pedana esterna di poppa era erroneamente posizionata sotto la linea di galleggiamento, l'ho staccata e ho rifatto completamente le mensole che la sorreggono. Per la loro realizzazione ho usato la piattina di alluminio che avevo precedentemente usato per i parabordi, rinforzandole però con spezzoni di setole d'acciaio delle motospazzatrici che avevo già sperimentato per realizzare i supporti degli assi. Il "sandwich" di queste mensole di due metalli diversi (alluminio e acciaio) è stato realizzato attraverso una saldatura chimica a freddo con un cianoacrilato potentissimo e microsfere di vetro trovati al Model Expo di Verona.

P1030215.jpeg
P1030215.jpeg (381.96 KiB) Osservato 160 volte
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda alberto » 16/10/2021, 10:18

Brava Francesca,
i risultati di tutte le migliorie le vedremo al "Model Boats Elegance's Trophy"!!! ;)

A presto!!!

Alberto
Alberto Maretti
Modelli realizzati: AHTS Holstentor, HMCS Snowberry, Assunta Tontini Madre, Nemo, Neptun, Ardito, Bruma, Golden Hind, Cutty Sark, Bounty, M/N Porto Alegre, MotorYacht Lucky Star, Elettra, Patron Francois Hervis, Moby Magic, Rita Br, RN Doria

Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alberto
 
Messaggi: 774
Iscritto il: 17/12/2012, 15:45
Località: Nettuno - Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 19/10/2021, 21:48

E questa è la penultima prova di assetto per verificare anche l'eventuale aggiunta di zavorra. Questa volta son andata alla comoda e capiente fontana di un giardinetto nei pressi di casa mia. Finalmente la pedana di poppa è nella giusta posizione. Ho dovuto solo aggiungere pochi grammi di piombo a prua e pochissimi grammi sul lato sinistro di poppa. Conto di andare al varo definitivo nei prossimi giorni. Ecco le foto.

IMG_20211019_155200.jpeg
IMG_20211019_155200.jpeg (206.59 KiB) Osservato 137 volte
IMG_20211019_154943.jpeg
IMG_20211019_154943.jpeg (337.75 KiB) Osservato 137 volte
IMG_20211019_154841.jpeg
IMG_20211019_154841.jpeg (473.44 KiB) Osservato 137 volte
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda Francesca » 21/10/2021, 22:24

Oggi ho rivarato il Gran Banks. Ho dovuto togliere un pò di peso a prua, per il resto l'assetto era buono. Anche la velocità secondo me era giusta per questo scafo dislocante. Ho solo notato che i due motori scaldano molto e, dato che non ho predisposto alcun impianto di raffreddamento, ho deciso che cambierò le eliche che ho già ordinato più piccole. Infatti credo proprio che siano le eliche da 40 mm. a fare troppo attrito nell'acqua, così ho ordinato due paia di eliche sempre in metallo, questa volta della Peba, un paio da 25 mm. e un paio da 30 mm. In attesa che arrivino dalla Germania (in Italia nei negozi di modellismo è impossibile trovare eliche sinistre e destre, al massimo solo sinistre!!! :evil: ) domenica 31 ottobre parteciperò con questo modello e le eliche da 40 mm. all'Elegance Trophy.
Eccovi le foto del varo di oggi.

IMG_2764.jpg
IMG_2764.jpg (245.61 KiB) Osservato 130 volte
IMG_2765.jpg
IMG_2765.jpg (229.27 KiB) Osservato 130 volte
IMG_20211021_124816.jpeg
IMG_20211021_124816.jpeg (219.92 KiB) Osservato 130 volte
IMG_20211021_124858.jpeg
IMG_20211021_124858.jpeg (288.12 KiB) Osservato 130 volte
IMG_20211021_124900.jpeg
IMG_20211021_124900.jpeg (278.59 KiB) Osservato 130 volte
IMG_20211021_124901.jpeg
IMG_20211021_124901.jpeg (316.64 KiB) Osservato 130 volte
Francesca

Immagine
Immagine
Avatar utente
Francesca
 
Messaggi: 1406
Iscritto il: 18/12/2012, 23:55
Località: Roma

Re: Grand Banks Amati

Messaggioda franco48 » 22/10/2021, 8:43

Buongiorno Francesca , molto bello, Complimenti
L’esperienza è maestra di vita
L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco
franco48
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 06/08/2016, 21:12

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione da Kit

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite