La stampa 3D

Questa sezione è dedicata alle discussioni relative alle tecniche modellistiche utilizzate nella realizzazione dei modelli di navi, antiche o moderne.

La stampa 3D

Messaggioda DarioC » 20/01/2016, 23:31

Queste poche righe per introdurre la tecnica della stampa 3D ,ovviamente non vuole essere una bibbia relativa all'argomento, ma solo l'esperienza e le tecniche da me usate per fare stampe in 3D. La stampante 3d oggi viene usata sempre piu' spesso per soddisfare le piu' banali necessita', ma trova applicazione anche in ambito di rapida prototipazione a costi quasi zero ed in ambito medico,per protesi ed ora anche in campo odontoiatrico.Le resine usate sono sotto forma di filo avvolto in bobine da 1Kg o piu',e vanno dall'ABS all'acido polilattico,alle gomme e materiali biocompatibili. Tutto nasce dall'dea di riprodurre un'oggetto gia' esistente facendone una scansione in 3D,(la macchina che esegue la scansione si chiama scanner).Ma se voglio dar corpo ad un'oggetto che è solo nella mia testa devo per forza di cose
disegnarlo,e va disegnato con un programma 3D.Esistono molti programmi,qualcuno è freeware ,quindi a costo zero sono un po macchinosi ,ma a caval donato...
altri sono un po piu' seri,inutile farne un'elenco,diro' solo che personalmente uso Autocad ,per me è abbastanza amichevole lo conoscevo gia' perche' ho iniziato ad usarlo quando ho iniziato ad usare la fresa 3D,quindi sotto questo punto di vista sono stato avvantaggiato. Ottenuto il disegno 3d devo per forza di cose salvarlo con estensione .STL,la stampante 3D pero' non digerisce quel file ma devo necessariamente farne un "slice" ovvero devo trasformarlo con apposito programma in una serie di strati,infatti la stampante funziona ricostruendo l'oggetto a strati ,fetta dopo fetta con risoluzioni di 0,1mm.
qui' sotto uno dei modelli fatti da me solo ed unicamente con la 3D: il camion Lancia Esatau
Immagine
che poi è divenuto questo
Immagine
ed infine
Immagine
Immagine
le uniche cose non stampate sono le gomme, in questo modello ogni singolo pezzo è stato disegnato con autocad,c'è voluto tempo ma alla fine qualcosa è uscito.
quindi in ambito modellistico il sistema di stampa si presta molto bene,non è il nirvana ma permette molto.
I costi si limitano al solo acquisto della stampante, ne esistono di tutti i prezzi basta fare un giro in rete per rendersene conto, una volta comprata, serve solo il filo,
il camion in foto è stato fatto utilizzando 48 metri di filo, una roccia da 1kg ne ha 80mt al costo di 28E.Ma ovviamente si possono fare ingranaggi e molte parti meccaniche.Altre cose che occorrono sono dei programmi che si trovano free on line,quindi una volta comprata la macchina serve solo un po di buona volonta'.
Ricapitolando: si ha l'idea dell'oggetto, la si deve disegnare in Autocad(nel mio caso) si salva con estensione .STL , si fa lo slice e si ottiene un file chiamato
"G code" e si invia alla stampante che costruira' l'oggetto. Detto cosi' sembra un po' macchinoso ma assicuro che dopo un paio di volte e qualche errore si comincera' a fare le cose quasi automaticamente.Questi sono i pro,ma per onesta' culturale devo riconoscere che esistono i contro, il primo è che un'oggetto ottenuto con la 3d
non è mai perfettamente liscio e pronto per la verniciatura,ma si presenta come una serie di strati sovrapposti che,per quanto sottili,finiscono per saltare all'occhio,
quindi tutti i modelli ottenuti richiedono un po di lavorazione per rendere accettabile la vista dello stesso.Altra cosa è che non si deve sempre ricorrere alla stampante 3D,si rischia di perdere l'abitudine alla colla al legno e al metallo.La stampante 3D è bella,comoda ma non sara' mai (almeno per ora,e ai nostri costi) una degna sostituta
del classico modellismo al quale siamo abituati.
DarioC
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 15/01/2016, 23:54

Re: La stampa 3D

Messaggioda alimurimeta » 21/01/2016, 9:24

Ciao Dario, grazie per aver condiviso con tutti gli amici del forum la tua esperienza con il 3D. Ricordo una chiacchierata con alcuni amici modellisti in cui affermavo che i kit o scatole di mantaggio sarebbero diventati dei banali CD rom o chiavette di memoria dove scaricare tutto il progetto 3D di un modello in "pronta stampa" Disponendo della stampante 3D, il modellista può decidere la scala del modello fisico e il grado di finitura che vuole raggiungere. Alla luce delle tue esperienze, il mio "sogno visionario" sembra essere diventato realtà. Già è possibile comprare in internet dei modelli virtuali 3D che possono essere "stampati" per ricomporre il modello fisico. Purtroppo sia le stampanti sia i progetti non sono ancora molto economici, ma credo che sia solo questione di tempo e di divulgazione nell'uso di queste nuove tecnologie. In fondo quando uscirono le prime scatole di montaggio con i componenti tagliati al laser, "la vecchia guardia" le snobbo, ritenendole una inutile scorciatoia alla costruzione con il traforo, ed avrebbero avuto vita breve. Oggi è quasi impossibile vendere un kit che non sia "tagliato a laser"
Ritornado al discorso s.w., io uso benino autocad in 2D, ma lo trovo un pò macchinoso in 3d. Ho consciuto dei grafici che utilizzano Rhinoceros, che sembra avere una logica di funzionamento più intuitiva. Sono quasi pronto per fare stampare alcuni accessori di un modello che sto realizzando, con l'intenzione di clonarli in più esemplari mediante gli stampi in gomma siliconica e la resina poliuretanica.

Saluti e buon modellismo
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 978
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: La stampa 3D

Messaggioda DarioC » 22/01/2016, 13:05

in effetti il costo iniziale è sostenuto,ma poi piu' la usi e piu' si ripaga,come tutte le cose.Certo ,è un'acquisto che deve essere ben ponderato,altrimenti se la compri con il cuore e non con la testa ti rimane sul "groppone". Per quel che riguarda il programma 3D Rhino è molto bello (e costoso,forse piu' di autocad) ma è una questione personale. Gli stampi in silicone sono formidabili,iniziai molti anni fa a farli, e mi sono sempre trovato bene,i cannoni dell V.U. sono in resina da stampo in silicone,unica pecca, il silicone costa 50 E al Kg. ma è facilissimo da usare e precisissimo nella riproduzione dei particolari,tutto dipende dal modello di partenza. Va a finire che l'archetto da traforo ne esce sempre vincente.....
DarioC
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 15/01/2016, 23:54

Re: La stampa 3D

Messaggioda etabeta » 22/01/2016, 23:46

Molto, molto intreressante! anch'io da tempo ci giro intorno ma ragionando col cervello e non con il cuore, rinuncio all'acquisto o alla realizzazione della stampante, anche se il prezzo attualmente sembra più abbordabile (con circa 300€ trovi qualcosina di cinese, a livello hobbistico)
;)
-----------------------------
Pluff Etabeta
http://www.pluff-etabeta.com
Puoi essere felice o avere ragione: a te la scelta!
Avatar utente
etabeta
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 22/12/2012, 0:14
Località: Orvieto

Re: La stampa 3D

Messaggioda alimurimeta » 24/01/2016, 12:51

Ciao Dario, riguardo alla gomma siliconica, ne ho trovato un tipo economico molto valido. Ti mando un m.p. con i dettagli.
Saluti
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 978
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: La stampa 3D

Messaggioda alimurimeta » 02/11/2018, 12:16

Salve a tutti, riesumo questo argomento prodotto da Dario per testimoniare lo sviluppo e le potenzialità della stampa 3D. Nello specifico ho realizzato tutte le sovrastrutture e la più parte degli accessori di un modello scala 1:50 del rimorchiatore smit nederland. Avevo già realizzato questo modello alcuni anni fa con tecnica mista ovvero scafo in vtr e sovrastrutture in plexyglass tagliato a laser. Oggi possiedo un plotter laser con cui sto tagliando le murate in compensato di betulla. Ho eseguito la costruzione delle tughe e degli accessori con la stampa 3D. Ho stampato in 3D anche molti accessori per la motorizzazione del modello, come castelletto del servo, timoni e anelli kort.

Per prima cosa bisogna realizzare i disegni vettoriali dei vari componenti. Io li gia usati per il taglio laser, e li ho dovuti "adattare" alla stampa 3D. Come programma di grafica uso autocad, e come programma di conversione del file in g code uso kisslicer. La stampante è una stampate a filo PLA fuso della Creality: la CR10S con area di stampa molto generosa di 30x30 cm e altezza massima di 40 cm.

Ecco alcune foto dei lavori fatti per lo smit nederland

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Saluti
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 978
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51


Torna a Tecniche Modellistiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite