Stampo in silicone a colata singola

Questa sezione è dedicata alle discussioni relative alle tecniche modellistiche utilizzate nella realizzazione dei modelli di navi, antiche o moderne.

Stampo in silicone a colata singola

Messaggioda alimurimeta » 07/12/2016, 13:16

Salve a tutti, vi mostro un pò di foto dello stampo in gomma siliconica che ho realizzato per copiare uno scafo monolitico di un gozzetto.

Di solito per oggetti di medie dimensioni si preferisce usare uno stampo bivalva ovvero apriblie in due metà Ciò comporta più rogne in termini di prodotti distaccanti per evitare che la seconda colata di gomma aderisca con la prima. Per ovviare a questo inconveniente ho usato una gomma siliconica trasparente, che permette di visionare il suo interno. Grazie alla trasparenza, ho potuto colare la gomma nella cassaforma tutta in una sola volta. Per rimuove il master, ho atteso che la gomma vulcanizzasse (48 ore), ho smontato la cassaforma in legno e con un tagliabalsa ben affilato ho tagliato il panetto di gomma come si fa con un panino, al filo dei bordi del master. In questo modo ho potuto estrarre il master. Per assicuare che la resina possa entrare nello stampo e che l'aria ne possa uscire, ho incollato due tondini di plastica alla sommità dello scafo master, che dopo l'estazione sono diventati i canali di carico resina e sfogo aria.

Una volta ottenuto lo stampo, si prepara la resina poliuretanica e la si cola nel foro più grande, cercando di non fare entrare aria. La resina poliuretanica asciuga molto velocememnte, gelifica dopo 5-6 minuti dalla miscelazione dei due componenti (poliolo e isocianato)
Dopo un paio d'ore di attesa, si può sformare la copia dallo stampo, ottenendo una copia quasi perfetta dell'orginale.

Immagine

Immagine

Immagine

Saluti e a presto
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1135
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Stampo in silicone a colata singola

Messaggioda Antonello » 07/12/2016, 18:47

Non vedo le foto....
Avatar utente
Antonello
 
Messaggi: 146
Iscritto il: 09/01/2013, 9:12

Re: Stampo in silicone a colata singola

Messaggioda alimurimeta » 07/12/2016, 20:35

Solito problema, non appena possibile lo risolvo.
Saluti
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1135
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Stampo in silicone a colata singola

Messaggioda alessandro cenci » 16/12/2016, 7:27

Ciao Alimurimeta,
Complimenti per il progetto, per lo sfogo dell'aria ti consiglio di mettere il tondino sulla parte più alta dello scafo ( prua) altrimenti in quel punto resterà la famigerata bolla.
Non vedo l'ora di vedere il piccoletto finito, buon lavoro ed a presto.
Alessandro
alessandro cenci
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 29/12/2012, 20:55
Località: Roma

Re: Stampo in silicone a colata singola

Messaggioda alimurimeta » 16/12/2016, 9:31

Ciao Alessandro, hai perfettamente ragione. Con la prima "stampata" ho riscontrato una bolla nella punta della prua. Ho praticato un foro per fare uscire l'aria, ma la resina nel mentre aveva già tirato (è molto rapida). La gomma trasparente ha il vantaggio di farti vedere come si sta distribuendo la resina in fase di colata. Per le future stampate, userò meno resina, additivandola con della polvere inerte (microsfere cave). Dovrebbe scaldare di meno e restare liquida un pò più a lungo per degassare.

Saluti e buon divertimento
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1135
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Stampo in silicone a colata singola

Messaggioda alimurimeta » 09/01/2017, 13:03

Salve a tutti, dopo aver descritto le fasi di realizzazione dello stampo in gomma siliconica, vi mostro le fasi per la realizzazione di un modello in resina poliuretanica


Per prima cosa occorre una bilancia digitale e, ovviamete, la resina poliuretanica. Io ho scelto la PU800 SLOW (lenta) che inizia a gelificare dopo circa 10 minuti dalla miscelazione dei due componenti. In questo modo è possibile far uscire eventuali bolle d'aria prima che il composto solidifichi del tutto.

Immagine

Si pesa il primo componente (poliolo). Nel mio caso, mi servono 185 gr. Poi si aggiunge la stessa quantità in peso (altri 185 gr) del secondo componente (isocianato)

Immagine


Si mescolano i due componenti per circa 30 secondi, cercando di non inglobbare troppo aria

Immagine

Si cola la resina nello stampo, aiutandosi con un "cuoppetiello" ovvero un imbuto fatto con del cartoncino. Quando la resina ha riempito tutto lo stampo, l'eccesso fuoriesce dai fori di sfiato presenti nello stampo in gomma

Immagine

Immagine

La resina slow impiega circa 3 ore per solidificare e irrigidirsi del tutto. Quindi si aspetta che il tempo faccia il suo lavoro e si passa poi alla sformatura dello stampo. Si rimuovono le assi di legno che contengono lo stampo in gomma e si apre delicatamente lungo la linea di taglio eseguita per l'estrazione dello scafo "master" cioè quello originale

Immagine

Immagine

Ecco i cloni tutti in fila, pronti per le fasi successive di montaggio

Immagine


Saluti e buon divertimento
    Francesco G. alias ALIMURIMETA
Immagine
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1135
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51


Torna a Tecniche Modellistiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti