Rimorchiatore Smit Rotterdam

Sono qui illustrate le fasi di costruzione a partire dai kit contenuti nelle scatole di montaggio, o anche da kit da edicola.

Re: Rimorchiatore Smit Rotterdam

Messaggioda alimurimeta » 12/03/2018, 9:39

Salve a tutti, sono orgoglioso di annunciare che il modello del Rotterdam è finito, dopo oltre dieci anni dall'apertura del cantiere ( e almeno 20 modelli nel mentre :D :D :D )

Vi passo un video con una "vista aerea" del modello illuminato:

https://youtu.be/_sX2cOWdP1o

Saluti e a presto.
    Francesco G. - ALIMURIMETA
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1165
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Rimorchiatore Smit Rotterdam

Messaggioda alberto » 12/03/2018, 21:20

Bellissimo Francesco,
non vedo l'ora di vederlo dal vivo a Verona!!! ;)
Alberto Maretti
Modelli realizzati: AHTS Holstentor, HMCS Snowberry, Assunta Tontini Madre, Nemo, Neptun, Ardito, Bruma, Golden Hind, Cutty Sark, Bounty, M/N Porto Alegre, MotorYacht Lucky Star, Elettra, Patron Francois Hervis, Moby Magic

Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
alberto
 
Messaggi: 643
Iscritto il: 17/12/2012, 15:45
Località: Nettuno - Roma

Re: super yacht sunseeker predator 108

Messaggioda franco48 » 22/03/2018, 16:04

Buon sera Francesco, ho vista il filmato dei modelli in piscina durante il model expo italy. E' stato ripreso il modello dello Smit rotterdam, un mio parere, " sulla la linea di galleggiamento" , è da progetto ho è Tua?Se fai appoppare di più hai più stabilità è velocità, ho avuto l'impressione che il modello pesca poca acqua in navigazione.
Ti rinnovo i complimenti
L’esperienza è maestra di vita
L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco
franco48
 
Messaggi: 142
Iscritto il: 06/08/2016, 21:12

Re: Rimorchiatore Smit Rotterdam

Messaggioda alimurimeta » 23/03/2018, 10:07

Ciao Franco, grazie per la osservazione. Osservando il modello, non mi sembra particolarmente scarico a poppa. La linea di galleggiamento è ricavata dal progetto. Comunque verificherò l'assetto e se del caso lo modifico.

Saluti e buon modellismo
    Francesco G. - ALIMURIMETA
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1165
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Re: Rimorchiatore Smit Rotterdam

Messaggioda franco48 » 23/03/2018, 14:08

Ciao Francesco, Grazie di avermi risposto,credo che Tu sappia che la linea di galleggiamento non va parallela alla chiglia.
Buon modellismo
L’esperienza è maestra di vita
L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco
franco48
 
Messaggi: 142
Iscritto il: 06/08/2016, 21:12

Re: Rimorchiatore Smit Rotterdam

Messaggioda mirellim » 23/03/2018, 17:00

Bello davvero Francesco...è davvero bello il tuo rimorchiatore
Fatevi onore a Verona!

Un abbraccio :D
mirellim
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 03/08/2015, 13:00

Re: Rimorchiatore Smit Rotterdam

Messaggioda alimurimeta » 15/05/2018, 10:24

Salve a tutti, volendo essere coerente e aderente con la mia filosofia modellistica( votata alla massima condivisione e partecipazione delle mie esperienze) vi racconto con parole e foto ciò che mi è capitato con il bow truster. In pratica ho riscontrato la rottura della paletta in plastica che spinge l'acqua all'interno della camera del bow truster. Ho dovuto smontare la flangia di fissaggio del motore, con grande difficoltà a causa dello spazio risicato di manovra (mai più un ponte non rimovibile sul bow truster). Con l'aiuto di cacciaviti ultra lunghi, infilati nei piccoli buchi e varchi presenti nel ponte di prua, dando fondo a tutta la pazienza rimasta, sono riuscito a svitare le viti di fissaggio, estrarre il motore ccompleto di flagia e ricostruire la paletta in ottone. Ho rimonatato il tutto, non senza fatica, ma in fine tutto ha funzionato. Questa mia breve esperienza mi ha fatto capire come l'estetica e la verità di scala di un modello si scontra spesso con la praticità d'uso e manutenzione. Infatti il 99.9% dei modelli del rotterdam in scala 1:75 montano il bow truster circa 4 cm più in dietro verso poppa. Io ho rispettato la posizione originale del bow truster, con la conseguenza di maggiore difficoltà di assemblaggio e manutenzione. Vi assicuro che fare un modello statico è molto più semplice e pratico di un modello dinamico che viene maneggiato spesso e "volentieri", con il rischio concreto di rompere o perdere qualche accessorio e dettaglio ad ogni "manipolazione". Tutto ciò non ha nessuna valenza ai fini di un giudizio "estetico" del modello, che ritengo una "mancata valutazione".

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Saluti e buon modellismo, per quello che vi pare.
    Francesco G. - ALIMURIMETA
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
alimurimeta
 
Messaggi: 1165
Iscritto il: 01/06/2013, 9:51

Precedente

Torna a Costruzione da Kit

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti